Chi ha messo le mani nei conti di gioco dei clienti Full Tilt?

Chi ha messo le mani nei conti di gioco dei clienti Full Tilt?La vicenda Full Tilt sembra stia degenerando. Per la notissima poker room bloccata ormai dallo scorso aprile, i grattacapi maggiori arrivano ora da oltreoceano, in particolare dal Dipartimento di Giustizia Usa. Il procuratore Preet Bahara, nominato dal presidente Barack Obama, sostiene che i membri del consiglio della società si siano arricchiti utilizzando i fondi dei giocatori.

In pratica, dopo la chiusura del gioco online avvenuta lo scorso 15 aprile, i maggiori operatori del gaming statunitense se la sono cavata con una multa salata e soprattutto sono riusciti a restituire ai giocatori i fondi che questi avevano depositato sul conto di gioco. L’eccezione è Full Tilt, bloccata da una clamorosa mancanza di liquidità, tanto che “in cassa” c’erano solo 60 dei 390 milioni che appartenevano agli utenti.

Che fine hanno fatto i fondi dei giocatori?

Le indagini per ora portano ad alcune banche svizzere: gli azionisti di maggiornanza Chris Ferguson, Howard Lederer e Raymond Bitar si sarebbero appropriati illecitamente di centinaia di milioni di dollari…
Il tempismo “tragicamente” perfetto del Dipartimento di Giustizia statunitense potrebbe portare ad un nuovo rinvio della sentenza, mentre i legali della società stanno lavorando su due fronti. Da una parte a Londra si sta provando a ottenere il rinvio per il verdetto della Alderney Gambling Commision, che dovrà decidere se rinnovare o meno la licenza per riaprire il sito, dall’altra si tenta di arginare queste gravi accuse del Dipartimento di giustizia Usa.

Un bacio da Lady Poker

Tags: ,