Cash games


La delocalizzazione del poker online

28 novembre 2012

Il mese di settembre è ormai alle porte e come consuetudine in tutti i paesi dell’EuroZona è tempo di consuntivi.

Cosa dicono i numeri

I tecnici del governo Renzi stanno limando alcuni dettagli del decreto Spacca Italia che interessa le società partecipate, che potrebbe interessare direttamente anche le quattro sale da gioco italiane. Lo stato di salute dei casinò italiani è di pura convalescenza, come testimoniano dai gestori dei casinò di Saint Vincent, Venezia e Campione d’Italia. L’unico a distinguersi dalla media è quello di Sanremo, che grazie al restyling del consiglio di amministrazione e alle politiche economiche adottate dall’ex giunta di centrodestra è riuscito a risanare il bilancio chiudendo in attivo il 2013 e in perfetto pareggio nel primo semestre 2014.

SLOT ONLINE VERO E PROPRIO MUST PER GLI AMANTI DEL GAMBLING ONLINE

La delocalizzazione del poker onlineDati positivi emergono invece dal settore indipendente dai quattro casinò legalizzati nel nostro paese. Dal report pubblicato qualche settimana fa dalla Cogemat, emerge come il primo semestre 2014 sia stato decisamente positivo per il mercato delle Videolottery (VLT): “al 31 giugno 2014 il gruppo leader nella produzione di slot machine moderne gestisce una rete di oltre 4.900 terminali attivi, con una raccolta complessiva nel corso dei primi sei mesi dell’anno pari a 938 milioni di euro (+ 12% rispetto al pari periodo del 2013)”.

Continua a leggere »

Formati di gioco del poker

29 ottobre 2012

1. Cash games

Questo è quello che in genere viene mostrato nei film sul poker (con alcune sostanziali differenze). I giocatori siedono attorno al tavolo con le proprie fiches che hanno valore pari a quello del denaro reale e si possono alzare in ogni momento smettendo di giocare oppure aggiungere altre fiches qualora perdessero tutte quelle con le quali si erano inizialmente seduti. A differenza dei miti di Hollywood, comunque, non si arriva a puntare la casa, macchina o fidanzata per restare in gioco in una mano, il cash poker è ora quasi universalmente giocato ‘table stakes’. Questo significa che non si può puntare in una mano più di quanto si abbia sul tavolo e se la puntata da coprire è superiore all’ammontare di cui si dispone si può effettuare un ‘all in’ avendo il diritto a vedere sino alla fine della mano potendo vincere le puntate sino ad un ammontare pari a quello dell’all in. La maggior parte dei professionisti vi assicureranno che è da questo formato di gioco che si traggono i maggiori profitti in quanto formato nel quale la fortuna occupa un posto poco rilevante.

Continua a leggere »

Cash game poker online, presto legale in Italia

17 febbraio 2010

Come scrive Cesare Antonini sul sito de “Il Giornale”, pare che entro fine mese il decreto verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, consentendo in tal modo l’avvio di una procedura che vedrà dopo quindici giorni la possibilità per i concessionari di presentare le proprie richieste e, dopo la fase di collaudo di AAMS, di cominciare ad erogare il servizio di cash game poker online ai propri utenti. In tal modo sarebbero necessari altri due – tre mesi per il completamento dell’iter, con i grandi gruppi online ovviamente pronti a lanciarsi in questo nuovo mercato.

Continua a leggere »

Cash games: questo e molto altro su LadyPoker.it!